Collegarsi al sistema S3

Collegarsi al sistema di schede S3
Introduzione
Multiple unità di controllo
Interfaccia locale e remota
Teoria del remoto
La porta RS232
Il protocollo di colloquio delle schede S3
L'argomento "connessione" alla rete delle schede S3 è un argomento assolutamente fondamentale: l'insieme di schede S3 non sarebbe niente altro che una brutale riedizione di cose già fatte anche da altri se non fosse presente un sistema per certi versi "innovativo" di interconnessione con il mondo esterno.

Già perché di sistemi chiusi o collegabili con difficoltà ce ne sono molti, ma nel nostro progetto abbiamo fatto la scelta di essere, viceversa, estremamente collegabili, in modo da poter stimolare la crescita e lo sviluppo di "programmi di utilizzo" il più possibile differenziati e magari il più possibile aderenti alle vere esigenze del cliente che adopera l'impianto.

Noi non vogliamo obbligare l’utente ad acquistare questo o quel software né per l’installazione né tanto meno per l’utilizzo corretto degli impianti, al contrario forniamo le documentazioni esplicite che permettano a chiunque sia di montare a suo piacere le schede, sia di realizzare in proprio o far realizzare il software che più precisamente risolva le sue esigenze.

Questa caratteristica di base della nostra impostazione ci condiziona alla scelta dell'interfaccia RS232 che, essendo storicamente presente nel campo PC ed elaboratori in genere, garantisce una presenza capillare sul mercato di apparecchiature che possono collegarsi senza alcuna difficoltà alla linea dove già si trovano le schede S3 e sulle quali possono essere costruiti programmi applicativi ad hoc.

Questa scelta da una parte ci permette di dare la massima flessibilità ai nostri clienti, ma dall’altro lato comporta qualche problema nella realizzazione del cablaggio interno della casa, che come vedremo nel seguito dovrà essere effettuato tenendo conto di vari fattori.

Nel caso comunque vogliate qualche dettaglio tecnico relativo alla porta seriale del vostro computer date una occhiata qui.

Anche ammesso che il PC che volete impiegare non abbia una porta RS232c avrà sicuramente il più recente standard USB, per il quale si trovano correntemente piccolissimi adattatori che sono in grado di trasformare l'USB in normale RS232c.

Negli accessori correntemente fornibili assieme alla scheda S3 si trova il cavo di raccordo che preleva il segnale da un connettore RJ11 di tipo INPUT e lo immette in un connettore DB9 FEMMINA direttamente inseribile nella porta seriale del PC.

Oltre a questo sistema di collegamento c'è inoltre la possibilità di connettersi alla rete S3 anche usando il connettore DB9 FEMMINA presente sul ogni Hub (attenzione però se usate questo connettore non potete usare il connettore RJ11 n.4 della scheda Hub) che si può collegare al PC usando un cavo di tipo NULL MODEM, a volte anche detto CAVO LAPLINK.

Qualunque sia il sistema che userete per collegarvi, sulla rete formata dai sistemi S3 potrete collegare anche ogni dispositivo che vorrete purché questo "parli" nel linguaggio adottato dalle schede S3 che è descritto nella pubblicazione liberamente prelevabile denominata "Protocollo di colloquio".

Tramite questo "protocollo di colloquio" chiunque può costruire apparecchiature che possano con successo essere inserite nella rete S3 e che possono dialogare con le singole schede.

Attenzione: il protocollo è una proprietà intellettuale coperta da brevetto, per maggiori informazioni sulla possibilità di duplicare o utilizzare questo protocollo guardate QUI.

Se invece siete interessati a due parole sulle basi teoriche dei disturbi elettrici e sulla tecnica fondamentale di cablaggio per evitarli date una occhiata QUI.

Per quanto riguarda il protocollo questo, dopo ripetute prove, è risultato molto semplice ma anche estremamente robusto (cioè esente da crash o eventi non determinati) ed anche grandemente affidabile (cioè se l'analisi protocollare conferma la validità del messaggio è estremamente remota la possibilità che il messaggio sia comunque errato).

Rimane il passaggio delle linee che viene affidato agli installatori i quali, trovandosi a dover passare un cavetto di dimensioni modestissime non avranno problemi a scegliere quei percorsi che meno li fanno correre in presenza di "disturbi", in questo aiutati anche dalla disponibilità di appositi "HUBs" che possono spezzare la linea in tante sotto-linee pur mantenendo integro il principio di piena visibilità reciproca degli elementi connessi.

Collegarsi al sistema di schede S3
Introduzione
Multiple unità di controllo
Interfaccia locale e remota
Teoria del remoto
La porta RS232
Il protocollo di colloquio delle schede S3

In caso di dubbi non esitate a contattarci sul forum: saremo lieti di fornirvi indicazioni ed esperienze già fatte riguardo a problemi di cablaggio.

Non è neppure escluso che per superare tratte estremamente particolari si decida di impiegare accessori che "convertono" l'RS232 in RS485 o che alcune tratte vengano realizzate facendo ricorso agli infrarossi o ad una canale radio LPD o altro ancora.

 

 

Segnala Digicsoft Srl a un tuo amicoAggiungi il sito Digicsoft tra i tuoi siti preferiti

 Logo Digicsoft s.r.l.soluzioni personalizzate per la sicurezza, il controllo automatizzato e l'informatica applicata a prolemi pratici