Prodotti per la domotica

Quante volte vi siete trovati di fronte a problemi banali e pur tuttavia non semplicemente risolvibili con il computer che adoperate per leggere queste pagine?

Quante volte avreste voluto sapere se nella vostra casa al mare va tutto bene o se nello chalet di montagna la temperatura sta calando nei dintorni dello zero?Prodotti domotica

Esistono, è vero, delle apparecchiature che vi permetterebbero questo ed altro, ma vi sono due ordini di problemi:

  1. Queste apparecchiature hanno in genere un costo elevato;
  2. Non sarebbero comunque "integrate" nel vostro mondo, ma oggetti "esterni" utilizzabili magari via telefono ma non integrati con vostri applicativi.

Si, perchè questo è il problema nell'automazione: una volta scelto il partner con il quale si desidera realizzare la implementazione poi occorre comperare tutto da lui.

Si otterrà sicuramente un sistema bene integrato, ma ad un prezzo che è quello stabilito dal fornitore e senza apporti della creatività del singolo.

È questo ciò che cercate? Volete un impianto dove il vostro apporto consista unicamente nell'aprire il portafogli ed estrarre l'ammontare necessario a pagare componenti ed installazione?

Se questo è ciò che volete vi sono tante aziende in grado di darvi tutto ciò e non è certo qui che troverete la soluzione che voi chiedete.

Se invece tutto ciò non vi basta date uno sguardo a ciò che segue.

Gli elementi sulla base dei quali progettare una qualsiasi struttura di asservimento sono fondamentalmente quattro:

  1. SCHEDA S3 digitale
  2. SCHEDA S3A Analogica in input
  3. SCHEDA S3C Analogica in output
  4. SCHEDA S3T Termometrica

Tutte queste schede dispongono di un connettore RJ11 di ingresso ed un connettore RJ11 d'uscita, e possono essere connesse in cascata l'una all'altra senza praticamente limiti al numero delle schede medesime e senza riguardi al mix delle stesse.

Le schede cioè si troveranno su di una (in qualche caso anche più di una) lunga linea di comunicazione e verranno dislocate vicino al punto dove è necessaria la loro azione.

Le schede dovranno essere "configurate" prima della messa in servizio, dando ad ognuna un diverso "numero" che permetterà alla scheda stessa di individuare i messaggi diretti a lei sulla linea di telecomunicazione.

Metteremo allora le schede S3 dove è necessario raccogliere inputs digitali (interruttori che si chiudono o sensori di vario genere aventi un contatto aperto/chiuso), oppure dove è necessario attuare qualcosa di digitale come ad esempio attivare una utenza elettrica o aprire una elettro valvola.

Metteremo una scheda S3A dove c'è un sensore che restituisce una grandezza analogica (ad esempio un misuratore di intensità luminosa, o un misuratore di umidità del terreno).

Metteremo una scheda S3C nei pressi della elettro valvola proporzionale che dobbiamo comandare.

Metteremo la scheda S3T nel punto in cui ci interessa misurare la temperatura, ad esempio dentro ad un frigorifero o in un ambiente di cui controllare la temperatura.

Il tutto sarà raccordato dal cavetto di telecomunicazione a 4 fili e potrà essere connesso ad una normale porta seriale di un Personal Computer che fungerà da "controllo".

Segnala Digicsoft Srl a un tuo amicoAggiungi il sito Digicsoft tra i tuoi siti preferiti

 Logo Digicsoft s.r.l.soluzioni personalizzate per la sicurezza, il controllo automatizzato e l'informatica applicata a prolemi pratici