Riscaldamento

La gestione del riscaldamento in una casa di campagna/montagna/mare.

In genere avremo almeno due sensori: un termostato ambiente ed un termometro che scatta alla temperatura di antigelo (questo per ragioni di sicurezza, a volte si fa a meno del termometro aggiuntivo), trascurando ovviamente i sensori in caldaia che al momento non ci riguardano.

Avremo anche almeno due interruttori, il primo che comanda il funzionamento dell'impianto come riscaldamento normale (con temperatura controllata dal termostato) ed il secondo che attiva la procedura di antigelo.

Di attuatori ne avremo invece uno solo e sarà un contatto aperto/chiuso che attiva o disattiva la caldaia.

Il sistema di intelligenza dovrà in questo caso essere costituito dalle apparecchiature necessarie per svolgere i tre programmi sotto riportati a seconda della posizione dei due interruttori.

Si noti che le "apparecchiature" nel caso minimo sono un semplice cablaggio di fili dal termostato alla caldaia.

I programmi da eseguire sono tre e precisamente

  1. Impianto spento: la caldaia non scalda mai l'acqua;
  2. Antigelo: la caldaia si attiva quando la temperatura letta dal termometro scende al di sotto della soglia di scatto del termometro stesso;
  3. Funzionamento normale: la caldaia si attiva tutte le volte che la temperatura in casa scende al di sotto della impostazione del termostato e si disattiva quando la temperatura sale al di sopra del valore stesso;

Segnala Digicsoft Srl a un tuo amicoAggiungi il sito Digicsoft tra i tuoi siti preferiti

 Logo Digicsoft s.r.l.soluzioni personalizzate per la sicurezza, il controllo automatizzato e l'informatica applicata a prolemi pratici